La profezia dell’Armadillo: iniziate le riprese del film sull’omonima graphic novel di Zerocalcare

Le riprese del film avranno una durata di sei settimane e si svolgeranno a Roma e in Francia.

la-profezia-dell-armadillo-zero-calcare

Simone Liberati e Pietro Castellitto

Zero ha ventisette anni, vive nel quartiere periferico di Rebibbia, più precisamente nella Tiburtina Valley. Terra di Mammuth, tute acetate, corpi reclusi e cuori grandi. Dove manca tutto ma non serve niente. Zero è un disegnatore ma non avendo un lavoro fisso si arrabatta dando ripetizioni di francese, cronometrando le file dei check-in all’aeroporto e creando illustrazioni per gruppi musicali punk indipendenti.

La sua vita scorre sempre uguale, tra giornate spese a bordo dei mezzi pubblici attraversando mezza Roma per raggiungere i vari posti di lavoro e le visite alla Madre.  Ma una volta tornato a casa, lo aspetta la sua coscienza critica: un Armadillo in carne e ossa, o meglio in placche e tessuti molli, che con conversazioni al limite del paradossale lo aggiorna costantemente su cosa succede nel mondo.

A tenergli compagnia nelle sue peripezie quotidiane, nella costante lotta per mantenersi a galla, è l’amico d’infanzia Secco.

La notizia della morte di Camille, una compagna di scuola e suo amore adolescenziale mai dichiarato, lo costringe a fare i conti con la vita e ad affrontare, con il suo spirito dissacrante, l’incomunicabilità, i dubbi e la mancanza di certezze della sua generazione di “tagliati fuori”.

la-profezia-dell-armadillo-zero-calcare

Il regista – Emanuele Scaringi.

Lavora allo sviluppo progetti della Fandango dal 2001.

Ha collaborato alla scrittura dei film “Senza nessuna pietà” di Michele Alhaique, “Diaz – don’t clean up this blood” di Daniele Vicari e “BB e il Cormorano” di Edoardo Gabbriellini.

Come delegato di produzione ha seguito i film “Dove cadono le ombre” di Valentina Pedicini, “Smetto quando Voglio” di Sydney Sibilla, “Tutti contro tutti” di Rolando Ravello e “L’ultimo Terrestre” di Gipi.
Ha girato diversi cortometraggi e documentari che hanno partecipato a diversi festival (tra cui “Il ragno la mosca”, “My kind of woman”, “All human rights”, “Okunchiran”), spettacoli teatrali (“Non Dirlo” di Sandro Veronesi, “Moby Dick” di Baricco, “Chisciotte e gli invincibili” di De Luca) concerti (“Notte della taranta”, “Capossela”, “Omaggio a Endrigo”), spot, video, booktrailer (“la Collina”, “Final cut”) e numerosi making of (“Le Conseguenze dell’Amore”, “Caos Calmo”).

Sta collaborando alla scrittura di due serie televisive. Una sul caso Cucchi tratta dal libro “Il Corpo del reato” di Carlo Bonini e alla trasposizione della saga dell’Alligatore di Massimo Carlotto.
“La profezia dell’armadillo”, adattamento dell’omonima graphic novel bestseller di Zerocalcare è il suo esordio al lungometraggio.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.