DOOM: anche su Switch si punta alla qualità

Anche su Switch, DOOM mostra i suoi muscoli

Direttamente da Londra, arrivano i primi test effettuati sulla tanto discussa versione Switch di DOOM, che contrariamente alle basse aspettative del pubblico, porta sulla macchina di Nintendo tutta la sua essenza “giocando” con i gusti compromessi tecnici.

Grazie all’analisi dell’impeccabile Digital Foundry, apprendiamo che la versione Switch di DOOM approderà sulla console con un framerate dimezzato rispetto alle altre edizioni PS4 e Xbox One, quindi non più 60, ma 30 fotogrammi al secondo. Il framerate resta solido quasi sempre, fatta eccezione per alcuni cali in occasione delle sezioni più frenetiche, un compromesso quindi necessario che però non sembra tradire la filosofia dell’ottimo reboot sviluppato da ID Software.

Per quanto riguarda il comparto grafico, facendo un paragone al volo con la controparte PC, Bethesda e ID Software hanno impostato un livello di dettaglio a “LOW” per bilanciare qualità e fluidità. Si traduce quindi in una risoluzione delle texture più bassa rispetto alle versioni PS4 e Xbox One.

Se in altri ambiti risultati del genere sarebbero prontamente da bocciare, o almeno discutibili, nel caso di Switch bisogna considerare la natura ibrida della macchina, che permette di avere a portata di mano, e in ogni momento, uno shooter eccellente come DOOM.

Si vocifera inoltre che la modalità multiplayer non sarà inclusa nella cartuccia, ma resa come un download aggiuntivo dal Nintendo eShop. Bethesda inoltre ha già confermato che la modalità Snap Map non sarà presente in questa versione.





Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.