Total War: Warhammer 2 – Recensione (PC)

Total War: Warhammer 2 è davvero il sequel che tutti aspettavano? Ecco la nostra recensione!

  • Nome completo: Total War Warhammer II
  • Piattaforme: PC
  • Producer: SEGA
  • Developer: Creative Assembly
  • Data d’uscita: 28/Settembre/2017
  • Genere: Strategico Tattico
  • Versione testata: PC

La serie Total War è stata ed è tutt’ora una delle saghe leader del genere strategico, infatti, i giochi marchiati Total War hanno da sempre riunito appassionati e spinto i giocatori ad effettuare vere e proprie strategie belliche senza esclusione di colpi e simulando alla perfezione quelle che di solito si adottavano e si adottano ancora sul campo di battaglia. Altra caratteristica fondamentale del brand è la fedeltà che ha sempre avuto sulle vicende storiche narrate, sui costumi ed ambientazioni, con un rispetto storico ed un “peso culturale” non indifferente; riuscendo a diventare una delle saghe con contenuto storico/culturale e strategico più longeve ed amate di sempre.

Nella serie Warhammer (introdotta con il primo capitolo uscito lo scorso anno) hanno mantenuto lo stesso “stampo classico”, tutto questo ci fa capire che Creative Assembly non scherza, per loro la saga Total War Warhammer non è una semplice scusa per attirare a se gli appassionati del sopra citato brand solo per prendersi una fetta di pubblico in più, non è nemmeno una semplice alternativa Fantasy da proporre ogni tanto, ma un vero e proprio capitolo integrante che va ad arricchire questa fantastica saga rimanendo fedele ai principi del gioco ed alla complessità che ha sempre contraddistinto Total War. Ma ora, andiamo a scoprire assieme se questo secondo capitolo sarà all’altezza della situazione.

MODALITÀ, STORIA ED EPICITÀ

Questo nuovo capitolo di Total War Warhammer (da adesso in poi abbreviato con la sigla TWW o TWW2) potremo giocare con le seguenti razze: High Elves, Dark Elves, Lizardmen e Skaven, ed ognuna di queste presenta due campagne raggiungendo un totale di otto.

Tutte le otto campagne sono diverse. Perché anzitutto si parte da fazioni diverse nella mappa ed in più chiaramente cambierà la storia narrata.

Voglio anche aggiungere che il gioco è le proprie campagne presentano dei tempi di gioco e gameplay davvero longevi, tecniche ed abilità stanno alle fondamenta del metagame e sia in multiplayer che in single player porteranno via davvero tanto tempo. Ogni fazione utilizzata porterà avanti la storia dal proprio punto di vista ed ognuna di esse verrà introdotta con video e cutscenes di incredibile manifattura artistica.



Le campagne rivelano sin da subito l’articolato gameplay che ha da sempre caratterizzato la saga Total War, lasciando ben visibile il ruolo ed i punti di forza in termini di statistiche di ogni razza, particolareggiando ulteriormente il gameplay ed il modo di approcciarsi alle strategie di gioco.

La costruzione di edifici, il progredire delle tecnologie, l’arruolamento di soldati ed eroi e lo spostamento degli eserciti sulla mappa sono funzioni fondamentali e di vitale importanza in concomitanza a meccaniche esclusive di TWW2.
Il gameplay di TWW2 presenta una lunga preparazione, con diverse meccaniche da sfruttare a proprio vantaggio come le abilità peculiari delle razze.

Altri elementi che il gioco offre al giocatore sono i Rituali ed i Riti:

I Rituali si sbloccano progredendo nella costruzione di edifici ed eventi, favorendo il progredire della storyline e rivelando così tutto il meccanismo che sta dietro essa; i Riti invece sono obbiettivi intermedi che fanno al giocatore power up per situazioni particolarmente critiche, e restano comunque di facile “agguantamento”.

L’opportunità di ingaggiare eserciti mercenari resta anch’essa una forte particolarità da tenere in considerazione. Molto interessante rimane il progredire degli eroi, che regala al giocatore la possibilità di usare armi specifiche artefatti e nuove abilità.

Voglio inoltre confermare che TWW2 è un gioco complesso con migliaia di parametri ed elementi da tenere sott’occhio, e che non rimane fruibile a chi non si è mai avvicinato ad un Total War, per cui consigliamo di introdursi con cautela e senza eccessiva “avidità” ludica in maniera tale da godersi l’esperienza di gioco con tutta calma ed entrare in quello che è il mood del gioco.

MENÙ A’ LA CARTE

Le schermate di TWW2 sono fondamentali per approcciarsi allo stile di gioco che il titolo fornisce, ammetto che nulla è intuitivo ed i tutorial se pur esplicativi non riescono ad essere totali nei confronti del giocatore, in ogni caso, serve tanta pratica ed occhio su ogni pulsante cliccabile e tenere in considerazione tutt’e quelle informazioni fondamentale per la fruizione del gioco.

Come detto in precedenza è di fondamentale importanza ed aiuto aver già dimistichezza con i giochi Total War per godersi al meglio questa esperienza. Di certo non si può dire la stessa cosa riguardante la “lore”, infatti, non è necessaria un’eccessiva conoscenza dell’universo di Warhammer per apprezzare il titolo in tutte le sue sfaccettature, ma anzi, sarà una buona occasione per appassionarsi ad un universo tanto affascinante quanto travolgente.

AL MIO SEGNALE SCATENATE L’INFERNO

Le battaglie di TWW2 sono spettacolari, chiunque ne rimarrebbe estasiato, sia dal giocatore neofita al più esperto, le animazioni ed il Character Design delle unità sono davvero realizzati alla perfezione riuscendo ad essere versatili sia dal punto di vista del peculiare gameplay che dal punto di vista estetico.

Le orde create dai giocatori e le bestie “spazza eserciti” sono davvero intrisi di potenza disumana. Anche l’uso di veleni e stati alterati, riescono a garantire un’esperienza bellica unica mai ripetitiva, mai banale ma anzi, piena di sorprese e colpi di scena che possono ribaltare le sorti di una partita.

Il comparto grafico di TWW2 è eccezionale, gli artisti hanno curato tutto nei minimi dettagli, è qualcosa che va oltre ai classici standard dei normali RTS. I filmati, il doppiaggio ed il sonoro sono creati alla perfezione e di un coinvolgimento quasi disarmante. Non è difficile venir rapiti da TWW2 e dal suo carisma incrollabile.

La colonna sonora orchestrale dona un che di cinematografico che vi lascerà a bocca aperta, e grazie ad essa l’epicità di cui il titolo ne è parte integrante, Sarà ancora più palese, senza però mai scendere nei banali cliché. Il character design come detto in precedenza è uno dei punti forti del titolo assieme alle ambientazioni, non danno senso di già visto, ma il carisma dei personaggi e delle loro lingue fanno si che la coerenza di un universo incredibile come quello di Warhammer venga riproposto in questo titolo in maniera magistrale.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.